Spettacolo e intrattenimento: in crescita nel 2016, dati Siae

L’industria della cultura e dello spettacolo in Italia si conferma un settore economico estremamente dinamico, in grado di creare valore e di attrarre sempre più investimenti a supporto delle produzioni artistiche. È ciò che è emerso anche dai dati SIAE. Secondo lo studio condotto da SIAE e pubblicato nell’Annuario dello Spettacolo 2016 in Italia si è registrato un aumento dell’offerte e dei consumi culturali. I settori che hanno registrato trend positivi sono quelli legati all’attività cinematografica e allo sport, al teatro e agli spettacoli viaggiante.

Dal lato dell’offerta, il numero di spettacoli allestiti è cresciuto del 2,94%, e nel corso dell’anno il pubblico ha risposto favorevolmente, facendo registrare un aumento degli ingressi (+4,27%) e delle presenze (+7,22%). Altri indicatori economici hanno segnalato risultati positivi: spesa al botteghino +3,99%, volume d’affari +3,18% e spesa del pubblico +1,40%.

Positivi sono anche gli altri indicatori economici: la spesa al botteghino è cresciuta del 5%, la spesa del pubblico è aumentata del 5,43% e il volume d’affari ha avuto un incremento del 5,5%, pari a quasi 90 milioni di euro di introiti in più rispetto al 2015.

Analizzando l’attività cinematografica si registra un aumento del numero di spettacoli (+4,22%) ed anche del numero di giornate solari (+2,62%). Gli ingressi sono stati 7,1 milioni in più rispetto all’anno precedente. In aumento le presenze, cresciute del 40,46%. Gli indicatori economici sono cresciuti: spesa al botteghino (+4,64%), la spesa del pubblico (+5,20%) e il volume d’affari (+5,20%). L’incremento del volume d’affari vale, in termini assoluti, oltre 40 milioni di euro.

Si conferma anche per l’anno 2016 l’interesse del pubblico e degli operatori nei confronti dell’attività teatrale. Nonostante una lieve flessione del numero degli allestimenti (-0,74%), si registra un aumento del 4,05% degli ingressi mentre le presenze hanno segnato un incremento del 74,85%. Anche gli indicatori economici registrano un aumento: spesa al botteghino +12,02%; spesa del pubblico +13,14%; volume d’affari +13,38%.

Per quanto riguarda lo sport, nel 2016 è cresciuta l’offerta di spettacoli (+0,98%), così come gli ingressi (+2,13%) e le presenze (+8,36%). In aumento anche la spesa al botteghino (+2,73%), la spesa del pubblico (+0,04%) e il volume d’affari (+5,36%). Lo sport si conferma il comparto dello spettacolo che genera il volume d’affari più elevato: 2.640 milioni di euro, di cui il 79,20% proveniente dal calcio.

Il 2016 registra un trend positivo per le attrazioni dello spettacolo viaggiante, comprendendo singole attrazioni, anche itineranti, o attrazioni installate stabilmente nei parchi divertimento (acquatici, a tema, ecc.). Sono risultati in crescita quasi tutti gli indicatori: spettacoli (+3,48%), ingressi (+13,19%), spesa al botteghino (+5,79%), spesa del pubblico (+4,35%) e volume d’affari (+4,32%). In controtendenza le presenze, che hanno segnato una flessione del 10,25%.

Le attività di mostre ed esposizioni registrano un trend in controtendenza. Cresciuti i dati relativi agli spettacoli (+6,04%), agli ingressi (+3,11%) e alla spesa al botteghino (+7,05%). In diminuzione, invece, le presenze (-21,06%), la spesa del pubblico (-5,76%) ed il volume d’affari (-5,56%).

Fonti:

http://www.rbcasting.com/altri-articoli/2017/06/21/dati-siae-2016-cresce-il-settore-dello-spettacolo-in-italia-botteghino-464-pubblico-520/

https://www.siae.it/it/chi-siamo/lo-spettacolo-cifre/losservatorio-dello-spettacolo

Le nostre arti alla radio:  YTALIA. Energia Pensiero Bellezza  Art Bonus al mare
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *