Musei, bilancio di sostenibilità e dintorni

In vacanza ma non troppo. Su Il giornale delle fondazioni un nostro nuovo articolo su musei e accountability.

In nome dell’accountability, del rendere conto, del social impact, si stanno affacciando i primi bilanci di sostenibilità dei musei italiani, che uniscono le istanze economiche e finanziarie  con le performance socio-culturali a favore della comunità. La Fondazione per le Arti contemporanee in Toscana ha aperto la strada con il racconto del museo Pecci di Prato, seguita dal MANN-Museo Archeologico nazionale di Napoli. Un nuovo corso si è aperto. Fino ad oggi “Chi lavora nei musei ha messo a fuoco soprattutto ciò che è ‘peculiare’ (le collezioni per esempio) piuttosto che ciò che è ‘importante’ (le finalità sociali). Ma essere devoted-to-objects anziché driven-by-purpose non renderà un museo eccellente più di quanto un’ordinata contabilità possa rendere florida un’impresa”.

L’articolo completo lo trovate qui: Musei, bilancio di sostenibilità e dintorni

Le imprese culturali come teorema scientifico Una nuova intervista a Irene Sanesi 
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *