Ipotesi di apertura di un laboratorio di restauro in collaborazione con l’Opificio al Centro Pecci

È stato firmato il protocollo di intesa fra la Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana e l’Opificio delle pietre dure di Firenze, rispettivamente rappresentati dalla Presidente Irene Sanesi e dal Soprintendente Marco Ciatti. Il protocollo d’intesa prevede una mappatura delle criticità legate alle opere d’arte contemporanea presenti nel territorio toscano a cui far seguire un’ipotesi progettuale che permetta di risolvere i problemi che possono presentarsi, coinvolgendo in questa iniziativa anche l’Amministrazione Comunale di Prato come punto di riferimento per la tutela e il restauro di opere presenti sul territorio
Oltre alla firma della convenzione è stata avanzata la proposta di aprire un laboratorio di restauro in collaborazione con l’Opificio delle pietre dure all’interno del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci.

Sorgente: Ipotesi di apertura di un laboratorio di restauro in collaborazione con l’Opificio al Centro Pecci – Cronaca – il Tirreno

Siamo stati. Saremo. Lab, comunque Sostenibilità e governance del patrimonio
Your Comment

Leave a Reply Now

Your email address will not be published. Required fields are marked *